PED e le attrezzature a Pressione: che fare?

Attrezzature a pressione – 93/27 e 329/04

LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE A PRESSIONE

La gestione delle attrezzature a pressione è classificabile in due fasi:

  1. quella della fabbricazione, regolamentata dalla PED 97/23 CE, poi recepita in Italia dal D. Lgs. 25/2/00 n.93,
  2. quella dell’esercizio rappresentata dal nuovo D.M. 329/04, poi maggiormente definito da successive circolari ministeriali-

Le responsabilità conseguenti si distinguono così:

  1. la prima fase, di assolvimento degli obblighi imposti dalla PED, è di responsabilità del fabbricante, o di chi mette in commercio l’apparecchiatura o l’insieme;
  2. la seconda è di responsabilità del Datore di lavoro del sito dove è installato.

L’introduzione del Decreto del Ministero delle Attività Produttive 1 dicembre 2004, n. 329 intitolato “Regolamento recante norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli insiemi di cui all’articolo 19 del D.Lgs. 25 febbraio 2000, n. 93” di seguito denominato “Decreto”, era la strada obbligata per dare continuità alla filosofia ed all’impostazione della direttiva PED nella fase di esercizio delle attrezzature a pressione.

Il  percorso dello studio della sicurezza di un impianto nell’intero arco della sua vita esige, però, un filo conduttore che lega le due fasi: l’anello di congiunzione non può che essere l’analisi e la valutazione dei rischi, metodologia tra l’altro richiamata dalle direttive di prodotto e dalle direttive sociali, la quale partendo dalla fase di progettazione e fabbricazione prosegue il percorso nelle fasi di installazione, esercizio e manutenzione.

Quindi la prima fase, definita dalla PED, va dalla progettazione alla messa in servizio.
La PED è una direttiva di nuovo approccio quindi non pretende di includere in se specifiche tecniche applicative e si applica alla progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità delle attrezzature in pressione sottoposte ad una pressione massima ammissibile superiore a 0,5 bar.

Definizioni

“Pressione massima ammissibile [PS]”

La pressione massima (relativa), specificata dal fabbricante, per la quale l’attrezzatura è progettata.

E’ misurata in bar.

“Temperatura massima/minima ammissibile [TS]”

La temperatura massima/minima, specificata dal fabbricante, per la quale l’attrezzatura è progettata.

E’ misurata in °C.

Volume [V]”

Il volume interno utile di uno scomparto, compreso il volume dei raccordi alla prima connessione ed escluso il volume degli elementi interni permanenti.

E’ misurato in litri.

Dimensione nominale [DN]”

La designazione numerica della dimensione comune a tutti i componenti di un sistema di tubazioni.

“Attrezzature a pressione

Recipienti, tubazioni, sistemi a focolare con rischio di surriscaldamento, accessori di sicurezza,

accessori a pressione ed insiemi.

Recipiente

Un alloggiamento progettato e costruito per contenere fluidi pressurizzati comprendente gli

elementi annessi diretti sino al punto di accoppiamento con altre attrezzature.

Un recipiente può essere composto di una o più camere.

“Tubazione”

Componenti di una conduttura destinati al trasporto dei fluidi, allorché essi sono collegati al fine

di essere inseriti in un sistema a pressione.

Le tubazioni comprendono in particolare un tubo o un insieme di tubi, condotti, accessori, giunti a

espansione, tubi flessibili o altri eventuali componenti sottoposti a pressione.

“Insieme”

Varie attrezzature a pressione montate da un fabbricante per costituire un tutto integrato e

funzionale.

“Fluidi”

Gas, liquidi e vapori allo stato puro nonché le loro miscele.

Un fluido può contenere una sospensione di solidi.

““Immissione sul mercato”

la prima messa a disposizione sul mercato dell’Unione europea di una attrezzatura o di un insieme,

a titolo oneroso o gratuito, ai fini della commercializzazione o dell’utilizzazione.

“Messa in servizio”

La prima utilizzazione di una attrezzatura o di un insieme nel territorio dell’Unione europea.

“Fabbricante”

Il soggetto che assume la responsabilità della progettazione e della costruzione di una attrezzatura a pressione o di un insieme immessi sul mercato a suo nome.

PS: Fammi sapere cosa ne pensi dell’articolo.
Lasciami un tuo commento sotto al blog
quando hai finito di leggerlo per farmi sapere
se ti e’ piaciuto.

Commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *