Infortunio sul lavoro: uso scorretto ragionevolmente prevedibile

Quando si mette in commercio – si mette in servizio – una Macchina, una attrezzatura, un dispositivo, troppo spesso ci si dimentica una valutazione importante.

Di solito il fabbricante si sente molto sicuro del suo prodotto, e pensa che sia davvero molto sicuro, in condizioni normali di utilizzazione.

… in condizioni normali.

Ma non bisogna dimenticarsi e tralasciare di valutare i rischi derivanti da usi SCORRETTI ma prevedibili.

incidente lavoro

Infatti il primo passo nel processo di valutazione dei rischi descritto nel principio generale della normativa impone al fabbricante di considerare anche l’uso scorretto ragionevolmente prevedibiledella macchina.

Certamente non è previsto che il fabbricante della macchina tenga conto di tutti i possibili usi scorretti della macchina. Tuttavia, taluni tipi di uso scorretto, che sia intenzionale o involontario, sono prevedibili sulla base dell’esperienza dell’uso passato dello stesso tipo di macchina o di macchine analoghe, delle inchieste su infortuni e delle conoscenze sul comportamento umano –

Per lavorare bene e restare tranquilli meglio applicare la norma EN ISO 12100-1. Essa fornisce i seguenti esempi dei tipi di uso scorretto o di comportamento umano facilmente prevedibile da prendere eventualmente in considerazione:

− perdita di controllo della macchina da parte dell’operatore;

− reazione istintiva di una persona in caso di malfunzionamento, incidente o guasto durante l’uso della macchina;

− comportamento derivante da mancanza di concentrazione o noncuranza;

− scelta comportamento derivante dall’adozione della “linea di minor resistenza” nell’esecuzione di un compito;

− comportamento risultante da pressioni per tenere la macchina in esercizio in tutte le circostanze;

− di comportamento di alcune persone (bambini, persone disabili).

 

Specialmente quando mettiamo sul mercato, mettiamo in funzione una macchina che magari abbiamo solo assemblato, o di cui siamo solo i fornitori e installatori, cerchiamo di non dimenticare questa particolare angolazione della valutazione dei rischi. Secondo la nostra esperienza come DEDO RISORSE troppe volte questa dimenticanza diviene molto costosa in termini di conseguenze civili e penali.

PS: Fammi sapere cosa ne pensi dell’articolo.
Lasciami un tuo commento sotto al blog
quando hai finito di leggerlo per farmi sapere
se ti e’ piaciuto.

Commenta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *