Archivi categoria: Ente Notificato NB

Certificazione CE macchina ad uso interno Fascicolo Macchina?

fascicolo tecnico macchina
Ci sono delle domande che tornano sempre… per quanto noi pubblichiamo articoli da ormai quasi vent’anni sempre sullo stesso argomento.
Forse Google non posiziona le nostre risposte sui percorsi di ricerca di tutti.
Eccola di nuovo, la domanda evergreen che è tornata questa mattina:
“Un’azienda che produce per sé alcune macchine per la produzione (senza obiettivo di vendita delle stesse), una volta effettuata la valutazione dei rischi sulla macchina (anche coi riferimenti dei rischi interferenti di altre macchine e del sistema nel complesso), sia durante la progettazione che alla fine (per valutare i rischi residui) è “a posto”?
Ovvero: non esiste l’obbligo di certificazione per un macchinario prodotto per sé e per uso interno, vero? 
Secondo me , è sufficiente la redazione di un fascicolo macchina e non è necessario l’intervento di un organismo certificatore. 
Lo stesso discorso poi si può applicare ai sistemi di macchine (da considerare quindi un’unica macchina).
Ritengo poi che saranno il responsabile della sicurezza aziendale e il Datore di Lavoro ad aver la responsabilità finale  su quanto scritto e su quanto viene fatto in azienda.”
Bisogna chiamare l’ente notificato solo per alcuni macchinari particolarmente pericolosi elencati nell’allegato IV della direttiva Macchine. 
Quindi per oltre il 90% dei macchinari in circolazione, la marcatura CE è un autocertificazione.
Le regole non cambiano se la macchina la usi nella tua fabbrica o se la vendi. Il macchinario deve sempre essere sicuro e rispettare tutti i requisiti previsti.

Continua a leggere

PROCEDURE DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITA’

PROCEDURE DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITA’

a quali direttive questo prodotto deve essere adeguato?

nel senso che deve soddisfare i RESS di ogni direttiva europea applicabile e quindi devi possedere la documentazione che attesta che il prodotto soddisfa questi requisiti di salute e sicurezza.

hai costituito il fascicolo tecnico?

per dimostrare che il prodotto è sicuro e per difendersi da eventuali modifiche o usi impropri da parte del cliente bisogna mettere insieme tutta la documentazione prevista in ogni singola direttiva.

Ad esempio:

Continua a leggere

Relazione Tecnica dei Recipienti a Pressione PED – Cosa scrivo?

Recipiente a pressione PED – CONTENUTI DELLA RELAZIONE TECNICA

CONTENUTI DELLA RELAZIONE TECNICA

MOTIVAZIONE

Si deve redigere come definito alla lettera b/par.1 dell’art.6 del D.M. 329/2004, per dare evidenza che le condizioni d’installazione e di esercizio, le misure di sicurezza, protezione e controllo adottate sono conformi a quanto richiesto. In particolare si vuole dimostrare che durante il normale esercizio la pressione e la temperatura si mantengono a valori inferiori a quelli di progetto e che i dispositivi di controllo, regolazione e sicurezza sono tali da impedire che le prevedibili anomalie di esercizio possano determinare il superamento dei valori progettuali.

2014-03-04 16.04.51

DATI GENERALI

Si indicano:  l’impianto di installazione, la sigla identificativa, il Fabbricante ed il N° di Fabbrica, la categoria di rischio ed il modulo utilizzato, l’Organismo Notificato e la funzione dell’attrezzatura. Inoltre sono indicati la natura e lo stato fisico del fluido, le condizioni di progetto (PS e TS), le condizioni d’esercizio (Pe e Te) ed il volume.

Continua a leggere

Risoluzione di un problema ATEX: un serbatoio o un contenitore conteneti gas o vapori infiammabili.

Risoluzione di un problema ATEX: un serbatoio o un contenitore conteneti gas o vapori infiammabili.

Quando devo applicare obbligatoriamente la Direttiva ATEX e magari far intervenire un ente notificato?

Se ho un apparecchio contenente un’atmosfera potenzialmente esplosiva (solvente, gas come idrogeno e così via) che può, in ragione della sua costruzione, del suo funzionamento, delle esigenze di processo, creare esso stesso nel suo intorno immediato, un’atmosfera potenzialmente esplosiva, che lo circondi completamente o parzialmente, questo  apparecchio si trova effettivamente in un’atmosfera potenzialmente esplosiva e rientra pertanto nel campo di applicazione della direttiva.”

DSC_0188

Continua a leggere